LED Subacquei Nautici - Undewater LED Lighting

I LED Subacquei Nautici o fari da plancetta oppure in inglese underwater LED lighting, si utilizzano in barca per illuminare il fondo sottomarino.

A cosa servono i Led Subacquei Nautici ?

LED Subacquei Nautici - Undewater LED Lighting n.1
LED Subacquei Nautici - Undewater LED Lighting n.2
LED Subacquei Nautici - Undewater LED Lighting n.3

Negli ultimi anni si è diffusa molto questa tecnologia in grado di impreziosire l'imbarcazione, guadagnandone esteticamente e funzionalmente. Oggi è uno dei tocchi di rifinitura estetica più usati nella nautica.

Il faro subacqueo comunemente viene posto sullo scafo nell'area di poppa per illuminare il mondo sottomarino, la luce viene ritrasmessa dall'acqua creando un alone molto singolare intorno la barca per un'atmosfera decisamente accogliente e facendo apparire l'imbarcazione meglio rifinita.

Spettacolare è la visione del fondo sottomarino che sembra avvicinarsi a noi con tutto il suo fascino e mistero. Piccoli pesci si avvicinano meravigliati alla luce ed è come se danzassero intorno ad essa, una visione spettacolare per bambini e grandi. Se poi siamo degli amanti del bagno o della subacquea in notturna, allora è davvero insospettabile il coinvolgimento che queste luci possono creare.

Anche dal punto di vista funzionale e della sicurezza, il LED subacqueo ha i suoi benefici. Essendo una luce riflessa dall'acqua e non quindi diretta, la luce non disturba la visuale, anzi aumenta la percezione di quanto è intorno la barca e del fondo. Ad esempio in rada potremo meglio monitorare se l'imbarcazione è in prossimità di secche, oppure in navigazione accorgerci prima di eventuali ostacoli. Invece in porto potremmo avere una migliore illuminazione dell'area intorno la passerella, consentendo un ingresso a bordo più sicuro.

Si ricorda che in Italia non è consentito l'uso di una fonte luminosa per pescare, come avveniva un tempo con le lampare. Per il resto non ci risulta alcun altro specifico divieto, ma il buon senso ci spingerà di certo ad evitare di usarle nelle aree protette e comunque ad usarle con moderazione.

Dove si installano ?

Normalmente i LED subacquei sono di tipo passante e se ne installano 1, 2 o 3 sullo specchio di poppa. L'installazione si effettua con barca a secco, poichè normalmente è necessario forare lo scafo per fare passare il cavo di alimentazione.

Su imbarcazioni più grandi, spesso l'installazione non viene limitata all'area di poppa ma se ne installano alcune sulle fiancate o sotto l'imbarcazione.

Per una illuminazione adeguata è necessario che la luce sia installata sotto la linea di galleggiamento. Infatti se il faro non è a contatto con l'acqua, la luce rifrangerà sull'acqua, abbagliando chi vorrà osservare il fondo e perdendo così gran parte dei benefici che questo sistema d'illuminazione consente. Per questo motivo non dovrebbero essere considerate le soluzioni volte ad evitare di praticare fori sullo scafo, come ad esempio metterla subito sotto la plancetta di poppa, perchè si potrebbe compromettere fino al 70% dell'effetto luminoso. Inoltre il faro non potrà essere raffreddato dall'acqua e quindi dovrà operare ad una luminosità decisamente inferiore per evitare il surriscaldamento.

Cosa offre il mercato dei LED subacquei ?

Il mercato dei fari a LED subacquei offre oggi una considerevole vastità di offerta, tanto da poter disorientare l'eventuale interessato.

Sicuramente sono da evitare i modelli economici, non in grado di esaltare i benefici di questa tecnologia. Inoltre non è sicuramente diligente praticare un foro sullo scafo richiudendolo con un faro del quale non ne conosciamo l'affidabilità e con il rischio di sostituirlo a breve.

Da evitare sono anche i fari con tecnologia alogena od allo Xenon (HID). Assorbono comunemente molto di più dei LED soprattutto in fase di accensione. Inoltre, mentre il colore della luce del LED rimane inalterata nel tempo, quella dei fari alogeni muta con il deteriorarsi della lampada. Un particolare riguarda la tecnologia allo Xenon, se il bulbo è guasto, può recare danni all'uomo e, se posto in acqua, alla vita delle creature del mare.

Evitare quelli con struttura in plastica od in alluminio, perchè non offrono molta resistenza ai colpi e possono tramutare l'installazione in una falla. Sono consigliati quelli con intelaiatura in bronzo.

Tra i fari a LED sono da evitare quelli con il driver del LED separato, perchè rende l'installazione più complessa e crea inutili potenziali rischi (incendio, disturbi elettromagnetici, etc).

Specie nelle piccole imbarcazioni, evitare i modelli che richiedono un foro di largo diametro per il passaggio del cavo. Più piccolo sarà il foro, minori saranno i rischi di infiltrazioni d'acqua.

C'è chi ricorre al "fai da te" acquistando separatamente delle striscie a led ed adattandole in qualche modo allo scafo. La soluzione è sicuramente economica, ma ammesso che si riesca a fare un ottimo lavoro dal punto di vista della sicurezza, il risultato non sarà mai uguale a quella di un faro a LED di qualità e verrebbero quindi meno molti dei presupposti che spingono ad avvicinarsi a questa tecnologia.

Tendenzialmente si suggerisce un faro subacqueo a LED di qualità e da un vero produttore (non un assemblatore di parti) specializzato in questo stretto mercato che quindi può conoscere le complessità nella produzione di fari a LED subacquei.

Ce ne sono di varie intensità luminose e dimensioni a seconda della lunghezza della barca. Per avere un intensità di illuminazione sufficiente è adeguato considerare solo fari da 1000 Lumen in su.